Siamo un sito letterario ricco di testi e contenuti, che permette a chiunque di scrivere e pubblicare,poesie,racconti,aforismi,gratuitamente.

  • Se ti piace scrivere ed hai qualche testo, recensione, articolo letterario nel cassetto, inviacelo scrivendo a poesieinversi.it@gmail.com, lo pubblicheremo e diffonderemo gratuitamente attraverso questo spazio web.
  • Il libro consigliato:Lisario o il piacere infinito delle donne -Finalista Premio Strega 2014 -Lisario Morales è muta a causa di un maldestro intervento chirurgico, ma legge di nascosto Cervantes e scrive lettere alla Madonna. È poco più di una bambina quando le propongono per la prima volta il matrimonio: per sottrarsi a quest'obbligo cade addormentata. Quando non può opporsi alla violenza degli adulti, infatti, Lisario dorme. E addormentata da mesi, come la protagonista della più classica delle fiabe, la riceve in cura Avicente Iguelmano, medico fallito giunto a Napoli per rifarsi una reputazione. Tra mille incertezze, pudori, paure, la terapia, al tempo stesso la più prevedibile come la più illecita, sarà coronata dal successo, e però spalancherà davanti alla mente del dottore, fragile, superstiziosa, supponente - in una parola, seicentesca -, un vero e proprio abisso di fantasmi e di terrori, tutti con una radice comune: il mistero abissale, conturbante, indescrivibile del piacere femminile, l'incontrollabile ed eversiva energia delle donne. L'affresco della Napoli barocca, fra Masaniello e la peste, riassume la sua forma rutilante, fastosa e miserabile, fosca ed eccessiva, grazie alla scrittura della Cilento, capace di creare sia gli effetti miniaturistici delle folle di Micco Spadaro, sia la potenza dei chiaroscuri caravaggeschi.
  • Nota bene: su Poesie in Versi i tuoi testi sono al sicuro!,vengono protetti e tutelati disattivando il menu di scelta rapida, la selezione del testo, il copia-incolla, il click destro del mouse tramite browser su dispositivi mobili / smart o pc. e molto altro.
  • IMPORTANTE: coloro che intendono rendere noti eventuali concorsi letterari, sono pregati di inserirli nella sezione EVENTI e  non come un articolo generico. Per ragioni tecniche, nostro malgrado, verranno cancellati.

Giornalismo

Come si compila il titolo, si modula una notizia e realizza un giornale online?  

Parole rare

Un tuffo nellle tante parole difficili e rare della lingua italiana

Vota gli ultimi 4 testi pubblicati (il voto è libero e anonimo)

io e te .

Io e te…così uguali , così diversi. . Così vicini , così lontani, da esserci già persi anche se ci tenevamo forte con le mani .   ci siamo  cercati e mille volte ritrovati. Io e te ,   speranze

Leggi ancora…

12 total views, 1 views today

semplicemente ; amami

Amami amami senza freni e domande senza paure o dubbi, amami senza pensare, ma solo continuandomi a desiderare. Amami senza freni , con immenso ardore, senza falso pudore, senza ritegno, senza mai temere di non esserne degno. Amami perché sono

Leggi ancora…

10 total views, 1 views today

per te

Per te, rido ancora, di tutto questo brutto mondo; per te, esco di casa, anche s e non mi và, anche se di certa gente, non mi frega niente; per te, guardo avanti, e spero nonostante tutto, spero per noi,

Leggi ancora…

15 total views, 1 views today

Brutti ladri.

Attento al ladro, ti scassina la casa, da minatore la luce sulla fronte, t’arriva a tutte l’ore. La loro arte è la furbizia, ti puoi difendere solo con buoni consigli e tanta perizia. Fregarti è la loro passione, attento vecchietto

Leggi ancora…

17 total views, no views today

I dittonghi

I dittonghi sono delle unità sillabiche composte di una i o una u semiconsonantiche + una vocale che può essere accentata o no. I dittonghi si dividono in due gruppi: dittonghi ascendenti dittonghi discendenti. I dittonghi ascendenti sono quelli che presentano la semiconsonante i o u prima della vocale. Es.: piede, piove, chiesa, piazza, fiume,

Leggi ancora…

329 total views, no views today

Le particelle pronominali

Le particelle pronominali sono: mi: me, a me ci: noi, a noi ti: te, a te vi: voi, a voi lo: lui li: maschile, loro gli: a lui le: femminile, loro la: lei le: a lei 1) Le particelle pronominali, solitamente precedono il verbo. Esempio: Ti ricorderai di lei? Ti scriverò presto. Quando ci sentiamo? Le

Leggi ancora…

352 total views, no views today

La sillabazione

La sillaba italiana contiene sempre almeno una vocale-nucleo (nelle parole straniere che non contengono vocali, il ruolo di nucleo è spesso svolto da r oppure l). Se la parola è formata secondo l’ordine CVCV, ossia consonante-vocale-consonante-vocale, la sillaba inizia con la consonante e finisce con la vocale seguente (CV). Esempi: te-ne-re, la-vo-ro. La prima vocale

Leggi ancora…

689 total views, no views today

Come si fa l’analisi logica?

L’analisi logica consiste nell’individuazione dei rapporti che esistono tra le parole all’interno di una frase. Per ricercare tali rapporti occorre operare con un metodo preciso che si suddivide in diverse tappe. Ecco un breve vademecum: Il SOGGETTO In una frase attiva, il soggetto è colui che compie l’azione. Es.: Sandra mangia la pasta. Nella frase

Leggi ancora…

437 total views, no views today

La congiunzione

«capita così che il suono che io, scrivente, ho intenzione di associare alla frase che vado componendo, non sia lo stesso suono che tu, leggente, associ alla frase che ti do» Voltolini (in AA.VV., Punteggiatura, Milano, BUR, 2001 La congiunzione è una parte invariabile del discorso che serve per unire parole o frasi.Esse aiutando il lettore a capire meglio il rapporto che c’è tra le varie parti ( frasi )

Leggi ancora…

381 total views, no views today

Si scrive qual è o qual’è?

. Anche gli aggettivi e pronomi tale e quale diventano tal e qual sia dinanzi a vocale sia dinanzi a consonante, sia al maschile sia al femminile. Ma sono elisioni o troncamenti ? Cioè, è ancora frequente l’uso di far cadere le vocali finali di queste due parole davanti ad altra parola che cominci per consonante? Possiamo rispondere sì per tale, giacché, senza contare l’espressione fissa il tal dei tali,

Leggi ancora…

321 total views, no views today

L’Antonomasia

Per antonomàsia (dal verbo greco ἀντονομάζειν, antonomázein, “cambiare nome”) si intende una figura retorica cui corrispondono due funzioni principali 1) attribuisce al nome proprio di un determinato individuo un significato adattabile ed estendibile ad altri soggetti, a partire dalle qualità specifiche di quel primo soggetto. Ad una persona aggressiva e distruttiva potremmo ad esempio dire: «Sei un vero Attila!»al posto di” sei un distruttore” Spesso l’antonomasia si presenta in forma di perifrasi (es: la

Leggi ancora…

521 total views, 1 views today

La sintassi

Cos’è la sintassi? E’ lo studio delle relazioni che si istituiscono nella frase tra le parti che la compongono e tra queste e le funzioni (soggetto, predicato, oggetto, complementi ecc.) o le categorie (di tempo, di spazio ecc.) inerenti a una lingua: sintassi storica; sintassi descrittiva; sintassi strutturalistica, informata ai principi dello strutturalismo linguistico | l’insieme delle norme che, in generale o in una data lingua, regolano le relazioni anzidette: la sintassi del nome; la

Leggi ancora…

619 total views, no views today

Chi non ricevesse  il messaggio con la password d'accesso, può richiedere l'iscrizione manuale scrivendo a : poesieinversi.it@gmail.com

News

Poetry Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Subscribe in Bloglines

Aggregatore notizie RSS

Aggregatore di blog

Sito registrato su

Privacy Policy

PiV su Facebook